Disturbi del Sonno

Melatonina e valeriana: le conseguenze sul sonno

melatonina e valeriana

Dormire bene è fondamentale per il nostro benessere psico-fisico; ma, come sappiamo, sono tante le cause che possono co-intervenire e provocare in noi disturbi del sonno, come frequenti risvegli notturni, sonno agitato, difficoltà ad addormentarsi, ecc. Tra i rimedi naturali più diffusi per contrastare queste problematiche troviamo proprio melatonina e valeriana, che intervengono direttamente sul nostro organismo, per favorire un buon riposo.

I principali effetti di valeriana e melatonina sul sonno sono noti, ma siamo sicuri di conoscere davvero tutte le loro proprietà? È davvero necessario assumerle insieme per dormire finalmente bene? Quali sono le conseguenze sul nostro corpo? 

Melatonina e valeriana: le basi

La melatonina è un ormone che il nostro organismo produce direttamente, al fine di regolare il riposo. Per farlo, agisce sulla parte del nostro cervello incaricata alla gestione del sonno: l’ipofisi. 

Tendenzialmente, la quantità di melatonina prodotta aumenta durante la notte, agevolando appunto il sonno. Ma cosa succede se tale produzione subisce un brusco rallentamento? E, di conseguenza, cosa succede se non si dorme?

Dall’altro lato, la valeriana non è naturalmente presente nel nostro organismo, ma è una pianta che possiamo utilizzare per favorire il sonno, oppure come rimedio naturale contro lo stress. Infatti, è uno dei sedativi naturali più potenti.

Analizziamo ora valeriana e melatonina singolarmente e, successivamente, in un’ottica di assunzione combinata.

Disturbi del sonno e stress: la valeriana funziona?

La valeriana, come anticipato, è una pianta appartenente alla famiglia delle Caprifoliacee, dalle note proprietà rilassanti. infatti, si rivela molto utile per contrastare l’ansia e lo stress e per prendere sonno più facilmente.

Spesso quando ci corichiamo proviamo una sensazione nervosa; sembra che il nostro cervello non voglia spegnersi. È facile entrare in un turbinio di pensieri, legati ai problemi affrontati durante il giorno, agli impegni delle giornate successive, alle preoccupazioni che, durante la notte, sembrano ingigantirsi senza possibilità di rimedio. In una condizione psicologica di questo tipo, addormentarsi diventa impossibile.

È proprio qui che la valeriana interviene, rilassando mente e corpo, per trovare la serenità necessaria ad addormentarsi tranquillamente e a mantenere un sonno lungo e profondo.

Nonostante si tratti di un prodotto naturale, la valeriana può avere degli effetti collaterali, come: emicrania, riduzione del battito cardiaco, aumento della pressione. Può capitare, inoltre, che la reazione dell’organismo sia l’opposto dell’effetto desiderato: si sono registrati, infatti, casi di eccitabilità e insonnia, anche se perlopiù legati ad un’assunzione errata della valeriana, in sovradosaggio.

Dormire bene con la melatonina

La melatonina regola il cosiddetto ritmo circadiano, ovvero l’alternanza delle fasi di sonno e veglia, del nostro organismo. Spesso intervengono fattori esterni al nostro corpo, come lo stress o la luminosità dell’ambiente, o fisiologici, come l’età, che rompono tale ritmo. 

Assumere la melatonina con un integratore naturale contro i disturbi del sonno diventa, quindi, per molte persone una soluzione semplice ed efficace, con cui ritrovare la serenità necessaria per dormire bene.

La melatonina aiuta a:

  • addormentarsi più facilmente
  • ridurre le alterazioni del sonno
  • regolarizzare le fasi sonno-veglia
  • dormire bene, per tutta la notte

Come la valeriana, anche la melatonina può avere degli effetti collaterali; anche in questo caso, però, spesso si tratta di conseguenze legate a un’assunzione errata della stessa. Pur trattandosi di un rimedio naturale, quindi, è fondamentale non eccedere con il dosaggio e non assumerla se ci si considera un soggetto particolarmente fragile. Tra le conseguenze indesiderate più diffuse, si individuano: emicrania, vertigini, sonnolenza, nausea.

Un discorso a parte va fatto per l’assunzione della melatonina in gravidanza e nei bambini.

A cosa servono melatonina e valeriana?

Come abbiamo visto, la differenza sostanziale tra melatonina e valeriana è legata al fatto che la prima è naturalmente presente nel nostro corpo, mentre la seconda è un’erba officinale molto diffusa che, per natura, il nostro corpo non contiene né produce.

La scelta tra melatonina o valeriana trova risposta nella problematica che causa i disturbi del sonno.

La melatonina prepara l’organismo a dormire bene e a lungo, a favore quindi della qualità e della durata del sonno. È particolarmente indicata in specifiche situazioni, come quelle in cui non si riesce a dormire a causa di:

  • stress
  • jet lag
  • avanzamento dell’età

La valeriana può avere effetti simili alla melatonina, ma interviene soprattutto a favore di chi si sente ansioso a causa di preoccupazioni e pensieri. Essendo un calmante naturale, aiuta a rilassarsi in modo naturale ed efficace e, di conseguenza, ad addormentarsi.

È meglio assumere melatonina e valeriana insieme o separate? Se, in alcuni casi, la combinazione delle due può determinare una maggior efficacia, a volte non è detto che sia necessario. Sulla base di quanto esposto fino a qui – e su consiglio del proprio medico – potrebbe essere sufficiente assumere la melatonina o la valeriana, in modo separato, per risolvere la propria problematica e recuperare gradualmente il buon sonno.

Attenzione!
Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo, non sostituiscono la consulenza medica. Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai lettori, sulla base dei dati e delle informazioni qui riportate sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *